Home Le nostre rubriche Appuntamento con il cielo

Appuntamento con il cielo

di Astrocarla

Grazie alla penna di Carla Ferretti, astrologa con una formazione professionale che include studi di psicologia, oggi noi di Io le donne non le capisco, cominciamo la settimana parlando della magia che solo il cielo sa trasmettere

 

Da sempre il cielo esercita il suo fascino e la sua magia sugli esseri umani: basti pensare a quante volte le stelle fanno da sfondo a fantasie, a sospiri, a baci appassionati o a come la luna culli i sogni dei romantici e stimoli la creatività dei parolieri che la fanno risplendere in tante canzoni. Per non parlare della notte di San Lorenzo quando tutti aspettiamo le stelle cadenti per affidargli i nostri desideri. In questo inverno il cielo è più che mai generoso, vuole farci emozionare e concludere in bellezza il duemiladiciotto allestendo spettacoli di tutto rispetto. Questo già a partire dal 6 novembre quando potremo ammirare Mercurio e Giove che, molto vicini tra di loro, saranno due punti luminosissimi nel firmamento; lo stesso fenomeno si ripeterà il 21 dicembre in concomitanza con il solstizio d’inverno. Per la meraviglia dei bambini (e non solo) dal 3 al 22 dicembre la cometa 46P/WIRTANEN percorrerà la costellazione del Toro fino all’Auriga e se il cielo non sarà coperto da nubi potrà essere vista.

Si tratta di una cometa periodica che regolarmente, a distanza di tempo, percorre la stessa orbita rendendosi visibile dal nostro pianeta. Come ogni anno anche quest’inverno assisteremo allo spettacolo dello sciame delle Geminidi, stelle cadenti non originate da una cometa ma da un asteroide; è un fenomeno meno noto di quello che ammiriamo d’estate ma ugualmente ricco di suggestione.

Il 13 dicembre, nella notte di Santa Lucia, potremo guardare in alto ed affidare alle stelle i nostri desideri. A questi appuntamenti stellari non poteva mancare La Luna che, non volendo essere da meno, si mostrerà in tutto il suo fulgore nella fase piena del 23 novembre assumendo un colore tendente all’ocra. Questa fase si formerà nel segno dello Scorpione e sarà positiva per l’amore e per la passione. Invece la luna piena del 22 dicembre, che si formerà nel segno del Cancro, sembrerà più luminosa e grande del solito; nei due giorni della sua fase piena l’attività onirica sarà sensibilizzata e quindi sogneremo di più, qualcuno ricorderà i sogni meglio del solito, altri faranno sogni premonitori, altri ancora avranno un sonno più agitato.

 

Continua a seguirci:

1 Commento

Avatar
Anita Ricci 30 Ottobre 2018 - 17:16

Come psicologa Junghiana non posso non interessarmi all’universo
L’articolo è proprio interessante

Rispondi

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare