Home Le nostre rubricheC'eravamo tanto amati Quando l’amore non ha età!

Quando l’amore non ha età!

di Gian Ettore Gassani

Qualche anno fa ricevetti nel mio studio un arzillo signore che, superata ampiamente la soglia degli 80 anni, aveva deciso di separarsi dalla moglie. Alla mia domanda, devo ammetterlo da uomo più che da avvocato, di cosa glielo facesse fare, mi rispose “Voglio ricominciare a vivere”. Ora, al di là di parole e discorsi ormai noti a tutti sulla routine diventata il nemico numero uno delle coppie, viene da chiedersi,  come mai oggi tante persone non più giovanissime decidano di scrivere la parola fine al proprio matrimonio per regalarsi un’altra chance?

Va detto però che l’arzillo vecchietto aveva optato per la separazione perché aveva conosciuto un’altra donna che gli aveva fatto perdere la testa, particolare, questo, non trascurabile, data l’età di entrambi.

In Italia sono almeno 3mila ogni anno i matrimoni di persone che hanno superato i 70 anni, moltissimi di questi convolano a nozze con le proprie badanti e non intendo soffermarmi sulla questione di cosa spinga una badante a sposare un uomo anziano, anzi sarebbe opportuno che si mantenesse alta l’attenzione su questo fenomeno che spesso con l’amore non ha nulla a che vedere. Il dato però è interessante perché dà la misura chiara su come sta cambiando l’universo delle relazioni sociali ed affettive.

Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio “esercito delle seconde nozze“, come ho dichiarato qualche tempo all’agenzia di stampa Adnkronos, e cioè di uomini che non ci pensano proprio a rottamarsi: meno autonomi rispetto alle donne, non sanno rinunciare al ‘nido’ e quindi non hanno nessun problema a dire ‘sì’ per la seconda volta. Va da sé che una tendenza di questo tipo è legata anche al cambiamento socio-culturale che sta interessando il nostro Paese, dove i matrimoni diminuiscono mentre aumenta il numero di single e di conviventi. Per non parlare dei progressi della scienza e della medicina, dalla procreazione assistita alla chirurgia plastica, che in qualche modo sembrano “annullare” l’età anagrafica delle persone. Eterni giovani, anche se, non dimentichiamolo, il nostro corpo ha un preciso orologio biologico che risponde ai dettami di madre natura non andrebbe mai sottovalutato che non ci pensano proprio ad invecchiare e vogliono vivere la vita in tutte le sue sfaccettature.

Ma questo aumento delle seconde nozze va letto contestualmente ad un altro dato, ossia le circa 90mila separazioni e i 56.000 divorzi all’anno, il 20% dei quali ha, appunto, più di 70 anni.

Cosa sta accadendo ai nostri ragazzi?  Rispetto al 1970 quando i matrimoni erano circa 470mila, nel 2015, ne abbiamo appena superati 200mila: cinquant’ anni fa un ragazzo di 20 anni si accingeva a fare il ‘grande passo’ già al primo stipendio. Oggi, al contrario, l’età si è elevata di circa 9 anni: le donne mediamente si sposano a 31 anni, gli uomini a 33, quando tutto va bene. Non dimentichiamo che difficoltà quali la precarietà del lavoro e gli alti cosi della vita costituiscono un freno importante alla pianificazione di una vita a due. Ma al di là di questo, una cosa è certa: l’amore, oggi più che mai, non ha età.

Continua a seguirci:

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare