Home Le nostre rubricheIl diario di Sonia È possibile amare più persone o siete sostenitori che la monogamia sia l’unico modo di avere un rapporto vero? 

È possibile amare più persone o siete sostenitori che la monogamia sia l’unico modo di avere un rapporto vero? 

di Sonia D'Agostino

Il poliamore è la possibilità che una persona abbia più di una relazione (sentimentale e/o sessuale) contemporaneamente, ed è sempre più diffuso. Secondo voi è possibile amare più persone o siete sostenitori che la monogamia sia l’unico modo di avere un rapporto vero? 

È questo il tema su cui ci siamo interrogati questa settimana sulla nostra pagina Facebook di Io le donne non le capisco, ed è ciò di cui abbiamo discusso in studio insieme ai nostri ospiti Marina La Rosa e Maurizio Lupardini. 

Si dice che l’essere umano è per natura poligamo. L’esperienza della monogamia è stata costruita ad hoc nelle diverse culture per garantire alla prole la paternità, introducendo un nuovo concetto di relazione intima e di famiglia. In realtà nella storia sono sempre esistiti gruppi in cui l’esperienza “poli” era contemplata e vissuta in armonia e grande rispetto tra le persone. Il concetto di poliamore quindi apre le porte a quello più complesso di polifamiglia e polifedeltà.

Lo Stato con più coppie aperte è la California, dove abita il 14% di chi ha scelto il poliamore. In Italia fare una stima è difficile. 

Marina La Rosa diversi anni fa si è trovata in una situazione che sarebbe potuta trasformarsi. In poliamore: “avevo un fidanzato e sono dovuta partire per lavoro per una settimana. In questo posto ho conosciuto una persona con la quale nacque una grande simpatia. Per un periodo mi sono sentita innamorata di entrambi. Quando sono tornata a Roma raccontai tutto al mio fidanzato che però mi disse di scegliere tra lui e l’altro. Inizialmente ho cercato di vedere entrambi, cercando anche di farli conoscere, ma alla fine ho dovuto scegliere perché l’unico che non era d’accordo alla frequentazione poliamorosa era proprio il mio fidanzato. Oggi ad una relazione poliamorosa direi di no ma nella vita mai dire mai”.  

Per lo psichiatra Maurizio Lupardini l’innamoramento è una bellissima malattia: “ti mette ansia, altera i sensori, e crea una bellissima dipendenza. Questa è la prima fase. L’amore per definizione non può essere definito. È qualcosa che c’è ma non si può definire. Secondo me il poliamore prevede un carnefice e una vittima, c’è sempre una persona che subisce e accetta questa situazione”.  

Continua a seguirci:
Tweet 20

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare