Home Le nostre rubricheIl diario di Sonia Marina La Rosa e Benedicta Boccoli: bellezza e ironia come mix esplosivo

Marina La Rosa e Benedicta Boccoli: bellezza e ironia come mix esplosivo

di Sonia D'Agostino


Quella di oggi è stata una puntata super divertente, all’insegna delle risate, gossip sull’Isola dei Famosi, una sorpresa per festeggiare il compleanno del nostro Alberto Laurenti, e due ospiti speciali.

Come sempre a Io le donne non le capisco partiamo da un sondaggio per coinvolgere chi ci segue e prendere spunto per approfondire l’animo umano e parlarne in trasmissione con i nostri ospiti: Marina La Rosa e Benedicta Boccoli.

Mamme e lavoratrici: è possibile superare il senso di colpa di alcune donne che hanno dedicato parte della loro vita lontane dai propri figli?
C’è solidarietà in famiglia per far sì che una donna si senta realizzata non solo come mamma?

Dal sondaggio si evince una donna contemporanea che SCEGLIE o meno di LAVORARE ma lo fa con passione e impegno, pur sapendo che una volta a casa il “lavoro” non è ancora finito. Molte donne sanno di non voler rinunciare perché l’auto-realizzazione è altrettanto importante nel lavoro come in famiglia. Ad oggi, la donna e il suo ruolo nella società è molto più complesso rispetto al passato, per cui essere “solo” mamme a volte non basta più per essere felici. Chi si è trovata a DOVER LASCIARE IL LAVORO,
lo ha fatto non per sua volontà ma per quella dell’azienda che in italia è poco flessibile, ancora con un mentalità che se ti fermi fino alle 20.00 in ufficio sei più brava di chi va via alle 18.00. All’estero le cose stanno cambiando, si lavora per obiettivi, prediligendo la qualità alla quantità del tempo passato davanti a un pc.

Marina La Rosa prima di partire per l‘Isola dei Famosi ha dichiarato “Anche una casalinga ha bisogno di una vacanza” forse per uscire dalla propria quotidianità e vivere un momento tutto per sé. “A volte in famiglia è difficile dire “ciao io vado a farmi un weekend da sola” partire per l’Isola in fondo era lavoro, quindi mi ha fatto sentire meno in colpa. In realtà, da quando partorisci è come se partorissi anche il senso di colpa. La questione dipende dal nostro retaggio culturale, le donne italiane lo sentono ancora di più. Inoltre, non è detto che passare tutto il tempo con i propri figli li renda più felici. Sono tanti gli elementi che influiscono. Dobbiamo cercare di levarci di dosso questo senso di colpa” altrimenti vivi una vita di COME FAI, SBAGLI.

Benedicta Boccoli ha 52 anni ed è nata a Milano. È cresciuta a Roma insieme alla sorella ed esordisce giovanissima in tv ma la sua vera strada la trova nel teatro. È conosciuta al grande pubblico grazie al suo ruolo di valletta in Domenica In, e a partecipazioni in Fiction come La Squadra e Incantesimo 8. Ogni giovedì, inoltre, cura la rubrica Cosa Resterà su Il Fatto Quotidiano insieme a Massimiliano Giovannetti. Il suo compagno e marito è l’attore Maurizio Micheli.


È stata definita da Giorgio Albertazzi, come l’artistissima,[il Giornale l’ha a sua volta definita:

«Una dea vaporosa e lunare in bilico tra il ricordo di Assia Noris nelle commedie di Mario Camerini e l’ammirazione per il tip-tap di 
Eleanor Powell»

Ogni lunedì, in collaborazione con Massimiliano Giovanetti, scrive su Il Fatto Quotidiano, la rubrica Cosa resterà: si tratta del diario di una adolescente degli anni ottanta.

A sabato prossimo, come sempre su Radio Radio dalle 11.00 per due ore di pura allegria.


Continua a seguirci:
Tweet 20

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare