Home Lei e luiCoppia e Famiglia Amore e scelte sbagliate

Amore e scelte sbagliate

di Loredana Petrone

Finiamo per rifiutare certi candidati non perché siano sbagliati, ma perché sono troppo giusti, troppo equilibrati, maturi, affidabili, dato che questa giustezza suona estranea ai nostri cuori”.

(Alain De Botton)

 

Meglio essere la persona giusta nel momento sbagliato o la persona sbagliata nel momento giusto?

La facile risposta sarebbe “la persona giusta nel momento giusto”, purtroppo la vita ci spinge inesorabilmente verso scelte sbagliate e spesso in maniera reiterata.

Come mai, nonostante i dolori causati da una scelta sbagliata, si continuano a scegliere persone sbagliate con cui percorrere il proprio percorso di vita?

Amori Sbagliati

L’inganno che determina la scelta del partner sbagliato potrebbe dipendere da svariati motivi, quali:

  • una forma acuta di cecità sentimentale, promossa dal cervello, che benché sia una macchina meravigliosa, è anche il peggior nemico dell’uomo. Questo perché il nostro cervello ci imbroglia e mischia le carte del gioco dell’amore e confonde su quello che davvero si desidera, è come se si avesse un leggero velo rosa davanti agli occhi che fa vedere solo ciò che si vuol vedere e nasconde ciò che non si vuol vedere. È meno doloroso nascondere a se stessi delle scomode verità piuttosto che affrontarle.
  • nonostante il partner si mostri per quello che è, ossia una scelta sbagliata, ci si lascia ammaliare dalla voce interiore che recita: io lo cambierò, illudendosi che il tempo e la pazienza possano produrre significativi cambiamenti. Soprattutto noi donne crediamo che esistono 3 comportamenti che possono essere usati per cambiare un uomo: costanza, impegno e rinuncia. Se il cambiamento non parte dal profondo e non è una libera e consapevole scelta, nessuno potrà in nessun modo costringere un altro essere umano a cambiare. Occorre smettere di credere alla favola del rospo che si trasforma in principe.
  • non ci si pone abbastanza interrogativi su chi è l’altra metà. Se è vero che in una relazione “bisogna andare dove ci porta il cuore”, è anche vero che la scelta del partner va valutata con grande attenzione per evitare passi falsi e infelicità. Bisognerebbe, infatti, porsi alcune domande, che, anche se sembrano che sacrifichino l’amore, sono importanti per non sbagliare: Rispetto e ammiro il mio partner? Mi fido di lui? Posso contare su di lui/lei? Mi fido dei suoi giudizi? Mi fido delle sue parole? Posso essere me stesso? Posso esprimere liberamente la mia personalità? Mi sento sereno e tranquillo quando sono in sua compagnia? Se le risposte sono negative allora è meglio prendersi una pausa per capire realmente quali sono i propri sentimenti e riflettere su ciò che si desidera da quella relazione.

 

Amore sbagliato

 

Per evitare il reiterare le scelte sbagliate sarebbe di fondamentale importanza ritrovare se stessi, imparare a contare sulle proprie risorse e capacità, intraprendere un percorso interiore che  porta ad essere più forti e consapevoli, per poter costruire qualcosa di vero e non basato sulle illusioni. Spesso la scelta di un partner sbagliato è legato ad un senso di vuoto, si è alla ricerca di un mutuo soccorso, ci si racconta che in due si sta meglio. Il senso di solitudine è anch’esso un’illusione, è una mancanza di noi stessi e non dell’altro, per cui è  facile, quando si sperimenta questa sensazione, aggrapparsi ad un’altra persona, che in realtà non è quella giusta, pur di non sentire quelle paure e voci interiori. A questo punto occorre essere forti e ricordare a se stessi che si ha tutto ciò che serve per stare bene. Non sono gli altri ad infrangere i nostri cuori; ma siamo noi stessi responsabili della nostra sofferenza tutte le volte che affidiamo la nostra felicità ad un altro.

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua a seguirci:
Tweet 20

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare