Home Lei e lui Urla nel silenzio – Le donne non denunciano e se lo fanno non vengono ascoltate

Urla nel silenzio – Le donne non denunciano e se lo fanno non vengono ascoltate

di Marina Baldi

L’ultimo, ennesimo caso di violenza intrafamiliare ci colpisce più di tanti altri. Luigi Capasso ha tentato di uccidere la moglie Antonietta, e pensando di esserci riuscito, ha proseguito la sua azione criminale uccidendo le sue bambine, Alessia e Martina per poi suicidarsi. Una vicenda che lascia attoniti perché Antonietta ha cercato aiuto ovunque, prima con la separazione, poi con un esposto, poi raccontando delle violenze subite ai superiori del marito, poi rifiutando qualsiasi incontro e contatto con il suo aguzzino anche con le figlie. Una donna tradita, aggredita, umiliata in tutti i modi, di fronte a tutti, anche pubblicamente. Una donna a cui il marito ha portato via tutto, condannata ad una vita atroce di dolore, se mai riuscirà a salvarsi e a sopravvivere alle ferite fisiche che Luigi le ha inferto e alla sofferenza alla quale lui la ha condannata.
Questa vicenda orribile è doppiamente sconvolgente, per la dinamica omicidiaria, premeditata senza pietà, e per il fatto che ci fa sentire inascoltate e senza tutela anche quando si denuncia e si cerca aiuto.

Continua a seguirci:
Tweet 20

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare