Home Lifestyle IL TIFO A NAPOLI

IL TIFO A NAPOLI

A Napoli l’amore per la propria squadra di calcio è un credo, una fede.

Quando gioca il Napoli la città si ferma, non si sente volare una mosca. I giocatori sono osannati ed adorati come fossero persone di famiglia. I poveracci non possono neanche camminare indisturbati per la strada, sono costretti a subire l’”attenzione” dei tifosi ovunque.

Per fare compere si infilano nei negozi o a prima mattina  o la sera tardi in chiusura. La maggior parte dei calciatori è disponibile all’assedio  concede autografi e selfie, altri come ad esempio Insigne , borbotta in malo modo anche se avvicinato da bambini. E’ comprensibile il loro disagio all’assedio dei tifosi ma è altresì vero che in loro si ripongono aspettative di riscatto di una città che non sempre è all’altezza della situazione.

Quest’anno, poi, abbiamo subito un duro schiaffo dal nostro bomber Higuain, dal quale certo non ci aspettavamo un tradimento così! Andarsene sì, ma non alla Juve. Sicuramente lì vincerà di più, ma non troverà di certo l’affetto che ha avuto a Napoli. Trovatemi un altro stadio dove l’urlo “ The Champions” dei 42 mila tifosi nella partita Napoli – Benfica abbia fatto tremare la terra. L’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia  – Osservatorio Vesuviano ha registrato e pubblicato il movimento della terra registrato dai sismografi. Solo a Napoli!

maradonaTradire il tifoso napoletano è stato una colpa imperdonabile. In questa città l’amore quando scatta è assoluto, incondizionato. Ancora oggi si osanna Diego Maradona che ci ha regalato lo scudetto  e che ancora oggi dichiara il suo amore per Napoli. Anche El Pibe de Oro fu corteggiato dall’avvocato Agnelli  che gli prometteva continuamente cifre pazzesche  per averlo alla Juventus ma lui rispose che non avrebbe mai potuto  indossare in Italia altra maglia se non quella del Napoli.

Gli artigiani napoletani nelle botteghe di San Gregorio Armeno e San Biagio dei librai sono già da tempo intenti a lavorare in vista del Natale  per realizzare statuine per presepi dove imperversano, oltre ai personaggi canonici, i più originali. E’ ormai tradizione  che nel presepe  vadano inseriti  anche i calciatori., E’ in arrivo la statuina di terracotta di Milik, nuovo acquisto del Napoli, aimè fermo per infortunio. I turisti anche quest’anno potranno arricchire  i loro presepi! Assistere ad una partita allo Stadio San Paolo è una forte emozione, l’atmosfera che si respira è magica. Il pubblico accorre sempre numeroso, è caloroso e generosa nonostante lo spirito partenopeo è quello di sopportare un po’ tutto con rassegnazione, andiamo allo Stadio con formi di giornale da appoggiare sui sediolini rotti e scomodi, ma sempre col sorriso sulle labbra!

di Paola Guerritore

Continua a seguirci:
Tweet 20

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare