Home Le nostre rubricheIl diario di Sonia Matrimoni: il 2022 è “l’anno della follia”. Trend e consigli dalla wedding planner e designer Roberta Torresan

Matrimoni: il 2022 è “l’anno della follia”. Trend e consigli dalla wedding planner e designer Roberta Torresan

Love is in the air, c’è fermento nell’aria, entusiasmo, finalmente gli sposi hanno la possibilità di celebrare al meglio le proprie promesse di matrimonio. Per capire quali sono le nuove tendenze ed avere qualche consiglio utile per realizzare una festa da sogno, abbiamo intervistato una delle più famose ed apprezzate wedding planner e designer, Roberta Torresan, vincitrice come “Best Wedding Planner” dell’ELLE International Bridal Awards 2021 e fondatrice di Wedding Planners PRO, la prima Wedding Business School in Italia.

 

Video Studio Roberto Marchionne

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, finalmente riparte il settore del wedding, una ripartenza in grande stile ci hai anticipato, definendo il 2022 “l’anno della follia”, in che senso? Quali sono le aspettative e come stanno andando questi mesi?

In effetti tra i matrimoni che sono stati posticipati, anche un paio di volte in certi casi e quelli che erano in attesa del via libera, il 2022 sarà un anno eccezionale. Negli USA hanno stimato che sarà l’anno con il maggior numero di Matrimoni dal lontano 1984! Se è vero che c’è stato diverso tempo per pianificare, è anche vero che con così tanti mesi a disposizione, diversi sposi hanno avuto la tentazione di pensare, ripensare e cambiare idea più volte, facendo modificare progetti e bozzetti che erano già in lavorazione. A questa situazione aggiungiamo le tante richieste last minute che sono arrivate quest’anno per lo stesso 2022, e che erano assolutamente non attese. Mentre la stagione entra nel vivo, e si lavora per realizzare i matrimoni, non dimentichiamoci che arrivano le richieste per il 2023 e il 2024, stagioni che non saranno da meno. Insomma un vero e proprio anno della follia e ribattezzato “l’anno del Wedding Boom“.

Quali sono i trend e le novità del 2022? Sono nate nuove mode? Cosa viene più richiesto?

Si è parlato di diverse nuove tendenze durante la pandemia, che avremmo dovuto attenderci una volta terminato il lockdown. Tra queste i cosiddetti microwedding o matrimoni con pochissimi invitati. Lavorando con il destination wedding, cioè con gli sposi stranieri che scelgono di sposarsi in Italia, devo dire che non sono una novità, ma continuo a vedere nozze con numeri molto alti di invitati. A questo aggiungo tanta voglia di tornare a festeggiare, testimoniata da matrimoni con un numero sempre maggiore di eventi su più giornate. Infatti quasi tutti i nostri matrimoni sono organizzati su almeno 3 giornate; Welcome Party, Wedding Day; Sunday Brunch. In questo modo il matrimonio in un altro paese diventa una vera e propria minivacanza, che gli sposi cercano di riempire con attività e occasioni per stare insieme, divertirsi e festeggiare. E questa tendenza comincia a vedersi anche nel caso di sposi italiani che scelgono di sposarsi in una città diversa dalla loro.

Linee guida per un matrimonio coi fiocchi, cosa non deve assolutamente mancare e di cosa si può o si deve fare a meno?

Il matrimonio è una grande festa, la celebrazione dell’amore vero ed eterno, un evento speciale legato sì alle tradizioni, ma che guarda alle tendenze e che mira sempre a coccolare i propri ospiti. Ci sono attenzioni, dettagli a cui si deve prestare maggiormente attenzione, soprattutto quando le spose sono molto esigenti. In un matrimonio di lusso 5 elementi non possono assolutamente mancare:

1. Il banchetto

Quando si è invitati a un matrimonio di lusso le aspettative sono molto elevate, a partire dalle partecipazioni fino al ristorante. E proprio il tema del banchetto è quello su cui non si può scendere a compromessi. Il buon cibo e il buon vino devono rappresentare un’esperienza unica, un viaggio di gusto, per gli ospiti e per gli sposi, a partire dall’aperitivo. L’ideale è affidarsi a chef d’eccezione, specializzati e anche conosciuti ai più. Il mio consiglio è quello di non esagerare nelle portate: meglio puntare sulla qualità delle materie prime e in generale dei piatti; non sarà necessario abbondare nelle porzioni.

Video Studio Roberto Marchionne

2. La location

La location sarà il punto di partenza che definirà il feel rouge di tutto l’evento. Una location importante, soprattutto se dotata di grandi spazi o panorami mozzafiato, dovrà essere sfruttata al massimo, esaltandone ogni dettaglio. Il mio consiglio è di puntare sul light design per trasformare una location già bella in un sogno a occhi aperti. Che abbiate scelto una villa, una spiaggia o un castello per le vostre nozze, un’illuminazione corretta ed emozionante sarà l’elemento che decreterà il successo del vostro matrimonio.

3. Intrattenimento e coccole per gli ospiti

In ogni Luxury wedding che si rispetti, gli ospiti saranno ancor più al centro della scena. Dal pranzo del giorno prima dell’evento fino a escursioni, branch e ulteriori coccole: prendervi cura di loro (insieme alla vostra wedding planner) sarà la priorità. Saranno coccole anche la welcome bag, l’accoglienza in albergo, il programma del matrimonio.

Durante l’evento, inoltre, non dimenticate di:

  • Ingaggiare una band e un dj per l’intrattenimento musicale: scegliete una band che rispecchi lo stile delle nozze e della location, che possa far divertire gli ospiti dall’aperitivo ai balli finali;

  • Prevedete spettacoli piromusicali o d’arte: un esempio? Il fast painting;

  • Se avete amici a 4 zampe, ingaggiate qualcuno che possa prendersene cura per voi

4. Stile e allestimento floreale

Lo stile, i colori e l’intero mood dell’evento verrà studiato in ogni dettaglio dalla vostra wedding planner insieme al flower designer, con l’obiettivo di realizzare un allestimento floreale che sia unico e originale, sempre nuovo e personalizzato. I fiori rappresentano l’elemento magico per creare emozioni senza fine.

5. Lounge Cocktail & Open Bar

All’interno della vostra location, prevedete degli spazi dedicati al relax e dotati di sedute e arredi dedicati. I vostri ospiti dovranno essere coccolati in ogni fase dell’evento. Non dimenticate di organizzare un Open Bar di tutto rispetto: allestite aree enogastronomiche a tema per accompagnare i vostri ospiti in un percorso emozionale e gustoso. Tutti questi dettagli, uniti allo studio di un progetto ad hoc per ciascun Luxury wedding, renderanno il vostro evento un’esperienza unica ed emozionante.

Latitudine 41

I matrimoni last minute sono una delle nuove tendenze, ma attenzione, ci sono cose che vanno pensate e prenotate con anticipo, le più importanti?

  • Se volete sposarvi nella chiesa dei vostri sogni, prenotatela con largo anticipo soprattutto se la vostra data è in un periodo di alta stagione.

  • Se volete che i vostri musicisti suonino delle musiche “profane”, fatene richiesta in anticipo perché in alcune chiese non è ammesso.

  • Pratiche burocratiche. Qualcuno se le scorda per poi ricordarsene troppo tardi. Occhio a non cadere in questo errore!

  • Dress Code. Se prevedete una cerimonia molto formale, informate prima i vostri ospiti ed evitate loro di presentarsi in abiti troppo sportivi.

  • Se la cerimonia si svolge lontano dal ricevimento, date tutte le info necessarie al trasferimento, o prevedete uno shuttle bus per gli ospiti.

  • Scegliete le parole con saggezza e sentimento. Considerate con attenzione letture, discorsi e canzoni che faranno parte della vostra giornata. Rendetela significativa.

  • Chiedete a tutti di firmare il vostro GuestBook in modo da poter ricordare per sempre i messaggi delle persone speciali che hanno partecipato al vostro grande giorno!

  • Una o più hostess al termine della cerimonia e al ricevimento potranno essere di grande aiuto, in modo da dare un punto di riferimento costante per tutto il tempo ai vostri invitati, per qualsiasi esigenza.

Quante volte avete assistito a terribili gaffes degli ospiti del matrimonio? Quante volte avete rischiato di fare voi stessi una gaffe imperdonabile? Forse il galateo è cambiato e le regole dell’etichetta non sono più le stesse, ma agli ospiti di nozze sono ancora imposti alcuni doveri sacrosanti. Quali sono?

  • Non indossare un abito bianco.

  • Non polemizzare sulla scelta della data.

  • Rispondi all’invito.

  • Non invitare altre persone.

  • Testimoni e Damigelle contro voglia.

  • Rispetta i Discorsi.

  • Metti via lo smartphone.

  • Non rovinare i momenti più importanti.

  • Non è richiesto il tuo giudizio sullo stile del ricevimento

 

Video Studio Roberto Marchionne

Consigli di stile per gli sposi e per gli invitati. Cosa indossare e quando?

Che tu sia una semplice invitata, la testimone di nozze, la sorella o la madre della sposa, uno dei capisaldi del bon ton è la semplicità. Eleganza non fa rima con eccessi, sfarzo e ostentazione di colore, make-up e di gioielli. Eleganza è sobrietà, meglio ancora se tutto ciò deciderete di indossare vi farà sentire sicure di voi e a vostro agio. La regola che vale sempre, per tutti e in tutti i contesti: less is more!

Partiamo dai componenti importanti della famiglia. E’ inutile negarlo: il giorno del vostro sì, i vostri genitori si sentiranno protagonisti quasi come lo sarete voi. Neanche loro potranno sfuggire alle regole del galateo in tema di dress code di matrimonio. La prima regola, oltre a non oscurare mai gli sposi (che vale per tutti gli invitati) è quella dell’abbinamento.

I colori scelti dai vostri genitori e da quelli del vostro sposo dovranno “sposarsi” con i vostri. In particolare, la madre dello sposo e il padre della sposa che vi accompagneranno all’altare, dovranno prestare maggiore attenzione nella scelta del colore e del modello dei loro abiti.

Meglio ricordare che i colori come il bianco, il panna e il nero sono praticamente banditi, insieme a colori troppo eccentrici come il fucsia o il rosso fuoco. Il motivo è abbastanza semplice: l’unica vestita di bianco dovrà essere la sposa, e il nero è consigliabile soltanto in alcuni casi, soprattutto se specificati direttamente dagli sposi negli inviti di nozze o nelle partecipazioni. Il mio consiglio per le mamme, in ogni caso, è di evitare assolutamente il nero o tonalità troppo forti. E’ un giorno di festa e gioia per tutti, meglio optare per colori allegri ma pur sempre delicati. La lunghezza ideale va da sotto al ginocchio fino alla caviglia per i matrimoni diurni, fino a terra per quelli serali. Anche le spalle e le braccia è consigliato coprirle: una stola, un foulard o una manica leggera e impalpabile regaleranno quell’allure elegante e sofisticato che ci si aspetta dalla mamma di una sposa o di uno sposo. La mamma dello sposo e della sposa dovranno optare sicuramente per tessuti pregiati come seta, pizzi o organza, anche per tailleur giacca lavorata e pantaloni o tailleur con gonna. Completano l’outfit delle scarpe rigorosamente chiuse e non troppo alte, il cappello (per chi vuole indossarlo) e una borsetta piccola, in tessuto o gioiello.

Per i componenti maschili:

Vero è che se lo sposo è in tight, anche il papà e i testimoni dovranno optare per questo modello. Al contrario per lo smoking: se lo sposo lo indosserà, allora il papà non dovrà sceglierlo, a meno che sia esplicitamente richiesto dal dress code di matrimonio.

Nel dettaglio:

  • La cravatta: come per la mamma, meglio se a tinta unita e nelle tinte pastello. Evitare i colori troppo accesi.

  • Scarpa & cintura: l’ideale è la pelle nera, spazzolata di vitello e stringata per le scarpe.

  • Pochette o fiore all’occhiello: ricordate che l’uno esclude l’altro, dunque chiedete sempre agli sposi cosa preferirebbero che voi indossaste. NB: la pochette non dovrà essere mai dello stesso colore della cravatta.

Le damigelle d’onore sono ormai entrata anche nei nostri tradizionali matrimoni all’italiana.

A differenza dei testimoni di nozze, le damigelle non indosseranno un abito qualunque: sarà la sposa a scegliere ciò che dovranno indossare, andando con loro in boutique o in atelier per fare le prove d’abito. Vanno bene i toni del rosa, dell’azzurro, del verde acqua e anche del giallo canarino, purché si inseriscano bene anche nell’intero mood dell’evento. Per ciò che riguarda i modelli, consiglio sempre alle mie spose di lasciare alle damigelle libertà assoluta nella scelta delle linee migliori per loro. Meglio puntare sullo stesso colore per tutte, ma non sul modello: non tutte le vostre damigelle hanno la stessa silhouette e ciò potrebbe anche infastidirle o, peggio, metterle a disagio. Lasciate libere le damigelle di scegliere il modello che preferiscono, restando tutte però in tema al vostro matrimonio.

 

Video Studio Roberto Marchionne

Ci hai già raccontato di richieste strane ed eccessive da parte degli sposi che hai rifiutato, come il volo delle farfalle o l’aereo con un messaggio romantico, c’è invece una proposta accettata con piacere?

Una super richiesta accettata con molto piacere fu, un Destination Wedding organizzato per una giovane coppia di sposi finlandesi che hanno scelto la Città Eterna per coronare il loro amore. Un intero wedding-weekend da sogno, per gli sposi e per gli invitati, trasformato in una vera e propria esperienza di viaggio, tra le tradizioni e le bellezze di Roma, e non solo. Tre location e tre stili differenti, tra eleganza, sontuosità e prestigio. Il perfetto mix tra lo stile siciliano di Dolce&Gabbana e la moda Gucci, all’insegna del glamour, del prestigio, della sontuosità. Il Destination Wedding ha richiesto un’organizzazione molto precisa e attenta, durata più di un anno e mezzo: dall’arrivo degli ospiti alla loro partenza, dagli spostamenti di circa 180 invitati in al giro turistico tra le bellezze di Roma, passando per la cena di Benvenuto, il Wedding Day e il pool party.

Un lavoro impegnativo che dà anche belle soddisfazioni quindi. Ringraziando Roberta Torresan speriamo di avervi dato qualche consiglio e qualche suggerimento per celebrare al meglio le vostre promesse d’amore.

Continua a seguirci:

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare