Home Lifestyle Come preparare il nostro corpo per l’estate? noi ci affidiamo ai consigli della Dott. Ilaria Ernesti – Medico in Scienza dell’Alimentazione

Come preparare il nostro corpo per l’estate? noi ci affidiamo ai consigli della Dott. Ilaria Ernesti – Medico in Scienza dell’Alimentazione

Come preparare il nostro corpo per l'estate? noi ci affidiamo ai consigli della Dott. Ilaria Ernesti - Medico in Scienza dell'Alimentazione

Se è vero che ci siamo salutati a metà giugno per la pausa estiva della trasmissione Io le donne non le capisco, è pur vero che possiamo continuare a vederci sui nostri canali social.

Sappiamo che con l’arrivo della bella stagione, sentiamo anche la voglia di stare bene e in armonia con il nostro corpo, per questa ragione ci siamo affidati ai saggi consigli della Dott.ssa Ilaria Ernesti – Medico in Scienza dell’Alimentazione.

 

COME PREPARARCI ALL’ESTATE?

O meglio, come poterci sentire in forma ed in armonia con il nostro corpo per l’estate?

Perché arriva questa domanda? Sicuramente perché la stagione estiva ci costringe ad avere un rapporto più “scoperto” con il nostro corpo, i vestiti sono più leggeri, più corti, si parla di abbronzatura, di costumi costumi da bagno.

E questa delicata relazione tra noi stessi, lo specchio e la tavola può essere minata da tante affermazioni, corrette e non.

Cosa mangiare per sentirci in linea con la stagione della leggerezza? Verrebbe voglia di rispondere con le stesse parole che sono nella domanda: mangiare leggerezza! Cosa significa? Prima di tutto farlo con la corretta mentalità, seguire una dieta è un percorso terapeutico, seguire indicazioni o rendere equilibrata l’alimentazione è uno stile di vita sano. Questo si può ottenere prediligendo cereali integrali, frutta secca oleosa, pesce (non solo fresco, ma anche il tonno in scatola è comunque ricco di omega3, grassi con effetti molto positivi sulla salute), legumi, verdura, frutta fresca e di stagione. Questo significa anche evitare l’abuso di carni e derivati, soprattutto quelli più lavorati, come gli insaccati, che nell’insieme andrebbero limitati ad una o massimo due volte a settimana. Non è solo quello la scelta di quello che portiamo in tavola, ma anche la qualità: curiamo la scelta delle materie prime, cerchiamo prodotti biologici, con provenienza certificata, evitiamo cibi a lunga conservazione o fuori stagione. Un piccolo focus sulla frutta e sulla verdura: sono fonti di vitamine e sali minerali preziosi per la stagione estiva, assicuriamoci due porzioni di frutta al giorno e una porzione di verdura di accompagnamento ad ogni pasto. Non ultimo, il benessere del nostro intestino, che è strettamente correlato al termine generale di salute sia fisica che mentale: mangiando particolari cibi fermentati come lo yogurt bianco naturale o il kefir e/o assumendo integratori in forma di prebiotici (le ultime ricerche parlano addirittura di postbiotici).

Il tutto non va solo accompagnato con una corretta idratazione durante il giorno (i famosi 2 L acqua) ma deve essere contornato di colore e geometrie divertenti: anche un pranzo veloce può avere un piatto o una tovaglia colorata, è un modo per arricchire di buon umore un momento che dedichiamo al nostro benessere, alla sensazione di piacere e leggerezza e non al conteggio delle kcal.

Vi lascio una ricettina, di quelle che richiamano ai ricordi dei nonni, questa in particolare ha origini abruzzesi, come la mia nonna!

LINGUINE DI FARRO ALLE TRIGLIE (porzione per 3-4 persone)

  • 8 TRIGLIE grandi
  • 300 g linguine di farro
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 peperone verde
  • 300 ml vino bianco
  • 10-15 pomodori ciliegino
  • Prezzemolo fresco
  • Sale
  • olio extravergine di oliva (EVO)

PREPARAZIONE

Pulite le triglie, rimuovendo la testa, tagliatele in filetti ma non buttate gli scarti!

Mettiamoli in una padella antiaderente con EVO, peperone tritato, aglio e lasciamo cuocere a fuoco medio per 4-5 minuti.

Mescoliamo, sfumiamo con vino bianco fino all’evaporazione. Adesso rimuoviamo con una carta filtrata o con un colino gli scarti delle triglie, prendiamo il liquido che abbiamo ottenuto, aggiungiamo acqua e portiamo ad ebollizione: cuocere al dente le linguine di farro!

In un’altra padella (credo) Aggiungiamo i filetti di triglia e dopo pochi minuti i pomodorini tagliati e lasciamo cuocere a fuoco basso.

Aggiustiamo di sale e aggiungiamo le linguine, mantecando il tutto senza farle scuocere!

NB: le triglie sono una fonte ricca di vitamina D, omega3 e selenio, una porzione di questa ricetta copre quasi l’intero fabbisogno giornaliero di EPA e DHA!

Buon appetito!

Dott.ssa Ilaria Ernesti – Medico in Scienza dell’Alimentazione

www.ilariaernesti.it

Mob: +39 3291889388 – email: info@ilariaernesti.it

 

 

 

Continua a seguirci:

Scrivi un commento

Articoli che ti potrebbero interessare

Click to access the login or register cheese